ANNI DUEMILA società cooperativa
Via Fritz, 10 - 20065 Inzago (MI)
Tel.: 02.9548689 - Fax: 02.73960051
E-mail:
P.I. 09318010155

Da Regione Lombardia nuove regole per la Certificazione delle Competenze

Regione Lombardia ha attivato la certificazione di competenze anche in ambito non formale e informale allo scopo di certificare con l’attestato regionale competenze che il cittadino ha acquisito in un contesto non formativo. Rientrano nell’ambito dell’apprendimento non formale e informale l’attività lavorativa, il servizio civile, il volontariato.Certificazione di competenza in ambito formale.

I percorsi e le azioni di formazione continua permanente specializzazione regolamentata e abilitante si concludono con una o più prove finalizzate all’accertamento della o delle competenze definite in sede di progettazione. Se l’allievo acquisisce tutte le componenti di una competenza in termini di abilità e conoscenze ha diritto al rilascio della certificazione. La certificazione avviene tramite rilascio di specifico Attestato di competenza, ai sensi del D.D.U.O. 12453/2012.

 Certificazione di competenza in ambito non formale e informale

Il processo di certificazione di competenze in ambito non formale informale ha lo scopo di certificare con l’attestato regionale competenze che il cittadino ha acquisito in un contesto non formativo.

Rientrano nell’ambito dell’apprendimento non formale e informale l’attività lavorativa, il servizio civile, il volontariato, il tempo libero ecc Il processo di certificazione delle competenze in ambito non formale e informale può essere attivato escl usivamente da enti accreditati per i servizi al lavoro e si articola in cinque fasi:

    Presentazione della domanda da parte di un cittadino a un Ente accreditato per i servizi al lavoro
    Valutazione della domanda e coerenza con la competenza da certificare
    Costruzione del portfolio delle evidenze (ossia le prove che dimostrano l’effettivo possesso delle competenze)
    Valutazione della documentazione e verifica, eventualmente anche con specifiche prove, alla presenza di un assessor        nominato dall’ente (è possibile che l’assessor richieda eventuale integrazione della documentazione)
    Rilascio della certificazione

Gli enti accreditati ai servizi al lavoro dovranno garantire requisiti aggiuntivi rispetto allo standard di accreditamento, funzionali al processo ed all’attività certificatoria:

     un addetto all’accoglienza, un tutor e un certificatore delle competenze che abbiano, altresì, puntuale conoscenza del sistema di certificazione delle competenze in ambito non formale e informale;
    una rete di assessor con esperienza almeno decennale nel settore di riferimento, i quali garantiscano l’attività di assessment.

I requisiti necessari sono esplicitati nel nuovo decreto sull'accreditamento DDUO 9749 del 31 ottobre 2012. Il modello di certificazione delle competenze acquisite in contesti non formali e informali è applicabile alle competenze previste nel Quadro Regionale degli Standard Professionali (QRSP), con esclusione di quelle concernenti figure regolamentate e/o abilitanti. Nella fase iniziale, le attività saranno coordinate e monitorate da Fondazione Politecnico di Milano, soprattutto attraverso l'utilizzo di una piattaforma informatica dedicata.

Per maggiori informazioni:
inviare una e-mail oppure telefonare al n. 02.9548689 (4 linee).


« Ritorna all'elenco dei progetti

Copyright ©2014 ANNI DUEMILA soc. coop. Tutti i diritti riservati. ^Inizio pagina | DPM Web